2021-micro-influencer-diventa-come-fa.
Pubblicato il 25.02.2021

Lo sapevi che non hai bisogno di 100.000 o più follower per essere considerato un influencer su Instagram? I cosiddetti micro influencer non sono solo i fratelli minori dei grandi influencer, ma hanno effettivamente un'influenza reale e sono prontamente prenotati per collaborazioni. Questo significa che puoi guadagnare prodotti o piccole somme di denaro con pochi seguaci. Scopri tutto sui micro influencer qui

La storia degli influencer su Instagram

Gli influencer non esistono solo da quando esiste Instagram. Dopo tutto, influenza significa influenza. Così, gli influencer sono le persone che hanno un effetto su un gruppo che può portare all'azione. Così i politici, le pop star, o anche il ragazzo più figo della scuola sono, in teoria, degli influencer.

Ma ovviamente noi usiamo il termine principalmente per un fenomeno più recente: persone che per prima cosa hanno ottenuto la loro grande influenza attraverso i social media. Il fatto che si parli di influencer (circa dai primi anni 2000) è principalmente grazie all'industria del marketing

Perché questo definisce gli influencer come persone che, attraverso la loro forte presenza nei social media, possono promuovere prodotti e servizi. Così, costituiscono un'alternativa alla pubblicità tradizionale, dove si piazza un annuncio generico (televisione, radio, stampa), dove i clienti devono fidarsi della marca. Con le figure pubblicitarie (pop star, calciatori, attori), si è tentato a lungo di usare invece la fiducia in una persona. I social media hanno finalmente reso possibile a chiunque di sviluppare influenza, senza bisogno di una carriera precedente. L'era dell'influencer stava nascendo.

Chi è considerato un micro influencer?

Non c'è una definizione fissa per chi è considerato un micro influencer e chi no. Questo perché il termine non è marchiato e ci sono anche forti differenze industriali. 10.000 seguaci per un account di fitness generale sono meno importanti per questioni di marketing di un account con 5.000 seguaci che funge da blog di cibo per una città specifica. Qualcuno il cui account serve un argomento di tendenza (2020, per esempio: fare le proprie maschere COVID) ha bisogno di meno fan di qualcuno in un settore competitivo come la cucina o la dieta.

Inoltre, la crescita più rapida del numero di utenti su Instagram significa anche che cinque anni fa, qualcuno con 1.000 seguaci poteva essere considerato un micro influencer, ma oggi si tende a non fare salti così grandi con esso. Ci sono semplicemente troppi account con migliaia di followers.

La maggior parte della letteratura sull'argomento parla di micro influencer come se avessero da 10.000 a 100.000 follower (da 1.000 a 10.000 sono nano influencer). In definitiva, però, si tratta anche meno di quante persone seguono e più di quante persone interagiscono - perché questo è il grande vantaggio dei micro influencer!

Perché i micro-influencer sono interessanti?

Sicuramente conosci liste con i cinque, dieci o venti account con più follower ( Cristiano Ronaldo ha più di 250 milioni di fan su Instagram ) o segui tu stesso persone che hanno così tanti follower che non li senti particolarmente importanti.

Per le richieste di collaborazione, questo ha due svantaggi: In primo luogo, i prezzi per un post sponsorizzato sono così incredibilmente alti che le piccole o medie imprese non potrebbero mai permetterselo. In secondo luogo, sì, vengono offerti prodotti o servizi che hanno un target specifico - tuttavia, con oltre 1 milione di follower, a un certo punto non è già più chiaro chi esattamente si sentirà indirizzato. Pertanto, il tasso di interazione dei grandi account è di solito molto più basso di quello dei piccoli profili.

Un acco di nicchia sul tema delle destinazioni di escursioni a Berlino è quindi giusto per un club o un servizio di feste. Invece di sperare ciecamente che un influencer di Berlino faccia appello alla scena delle feste e allo stesso tempo si occupi di moda, ricette e fitness, molti marketer scelgono quindi di seguire la via specifica.

Quindi il più grande vantaggio che i micro influencer hanno rispetto ai grandi nomi è che hanno una connessione molto più alta con i loro seguaci. Non solo sanno chi li segue, ma hanno anche un modo abbastanza facile per rimanere in comunicazione con tali seguaci. Ariana Grande, Lionel Messi o Barack Obama non si preoccupano di discutere nei commenti o di rispondere ad ogni messaggio personale, dopo tutto. I micro influencer possono farlo, però, e quindi rimanere avvicinabili e costruire un rapporto di fiducia.

La credibilità dei top influencer non è proprio allo stesso livello di qualcuno che condivide lo stesso hobby, vive nella stessa città o con cui si può ancora scrivere personalmente. Le aziende approfittano di questo e si rivolgono esattamente a coloro che sono considerati esperti con alta credibilità. Dopotutto, se quella persona raccomanda qualcosa, i follower suppongono che non sia appena diventato il bersaglio di una campagna pubblicitaria. Si fidano della persona e sono più propensi a spendere soldi.

Alla fine della giornata, naturalmente, i micro influencer spesso non sanno che sono già interessanti con qualche migliaio di seguaci. Sono poi ancora più grati quando un'azienda (adatta) li avvicina. Tutto sommato, l'influencer marketing è diventato così prepotentemente importante nell'industria della pubblicità, che è tanto più bello quando le collaborazioni si sentono personali, dopo tutto.

Come puoi diventare un micro influencer?

Forse vuoi diventare un micro influencer tu stesso, o forse sei solo interessato a ciò che accade dietro le quinte di Instagram. In ogni caso, puoi controllare i seguenti cinque consigli che ti diranno cosa si può fare per diventare un interessante Micro Influencer.

Tipo 1 per i micro-influencer: ritagliarsi una nicchia

I micro influencer hanno bisogno di una nicchia per essere davvero interessanti per le collaborazioni e i follower. Chi a volte posta una foto di se stesso in spiaggia, poi a yoga e di nuovo alla partita di calcio, può ottenere più seguaci, ma nessuno sa esattamente cosa rappresenta il profilo. Così, qualcuno può avere il numero appropriato di seguaci e la portata senza essere realmente un influencer perché, beh, non è considerato un esperto o una persona fidata.

Quindi dovresti pensare attentamente a cosa vuoi che sia il tuo profilo. Naturalmente, questo può anche essere una combinazione di interessi: Sei un appassionato di moda e ami il calcio? Potresti analizzare le maglie dei giocatori della Bundesliga o valutare come si vestono i calciatori fuori dallo stadio. Oppure ami le piante e i giardini e vivi in una grande città - usa il tuo account per mostrare dove in città si possono trovare grandi spazi verdi e allo stesso tempo dove le persone hanno più probabilità di trovare i prodotti giusti per la cura delle piante e del giardino. Puoi essere creativo quanto vuoi, ma ti aiuterà se sai chi stai cercando di raggiungere .

Tipo 2 per i micro influencer: non usare tecniche black hat

Le tecniche Black Hat sono sempre problematiche, ma per i Micro Influencer sono in realtà puro veleno. Se non sapete già cosa c'è dietro, le Tecniche Black Hat (o tattiche) descrivono delle scorciatoie sulla strada verso una maggiore portata. Questi comportano l'acquisto di followers o la pubblicazione di commenti da parte di bot, per esempio.

Non solo questo rischia di far bannare del tutto il tuo account, ma realizzeresti anche l'esatto contrario di quello che ti sei prefissato di fare: costruire un rapporto di fiducia con le persone che ti seguono.

Tipo 3 per i micro-influencer: crea un legame forte con i tuoi follower

L'affidabilità è incredibilmente importante per voi. Ora, non otterrai questo se non fai lo sforzo di rimanere in contatto con le persone che sono nella tua nicchia. Pochi grandi nomi rispondono più a domande su ricette, esercizi di fitness o luoghi di interesse. Fallo in modo diverso.

Fallo in modo diverso e mostra ai tuoi fan che hai sempre un orecchio aperto . Ancora meglio sarebbe approfittare regolarmente dell'intera gamma di funzioni dell'app - i livestream (o, più recentemente, Gruppi in diretta ) sono un ottimo modo per presentarsi e rimanere avvicinabili.

Tip 4 per i micro-influencer: pubblicare e interagire regolarmente

Il consiglio standard per chiunque voglia guadagnare follower rimane la regolarità . Se apri l'app solo una volta ogni pochi giorni e posti una foto qua e là, va benissimo, ma non puoi aspettarti che i potenziali follower ti trovino da soli

Il tempo di attenzione su Instagram è molto, molto breve. Se non riesci a far sì che le persone si ricordino di te, troveranno altri profili che sono più disponibili. Che tu pubblichi sette giorni a settimana o solo tre volte a settimana non è così incredibilmente importante - ciò che conta è che tu sia affidabile e che i tuoi fan sappiano cosa aspettarsi.

Tip 5 per i micro influencer: collaborare con altri account

Se vuoi affermarti come esperto e figura di fiducia nella tua nicchia, non fare solo le tue cose. Gli influencer con 500.000 o più follower possono permettersi di postare solo quello che vogliono o non comunicare affatto con gli altri, ma questo non è l'obiettivo dei micro influencer.

Ecco perché dovresti interagire non solo con i tuoi follower, ma con altre persone che gestiscono profili simili al tuo. Non solo questo ti esporrà a più persone che possono seguirti, ma molto probabilmente imparerai qualcos'altro sul tuo hobby o sulla tua passione. E incontrerai nuove persone con interessi simili. Quindi non abbiate paura di scrivere a qualcuno che è della vostra zona o che ama le stesse cose che fate voi. Forse potete creare qualche foto e video insieme o livestream per parlare della vostra nicchia. In ogni caso, stai dimostrando che il tuo account è pronto per altro!