instagram-story-a-true-tale
Pubblicato il 16.03.2021

Per molte persone, è difficile immaginare la vita senza Instagram. Dopo tutto, il mondo è attualmente diviso in persone che sono attive su Instagram e quelle che possono spiegarti perché non hanno un account. Questo significa che anche le persone che non usano Instagram sanno cos'è Instagram. Questo rende ancora più sorprendente il fatto che quasi nessuno sappia come Instagram sia diventato una potenza mondiale. O sapevi che Instagram è stato creato per i fan del whisky?

Come è stato fondato Instagram

Instagram è stato creato e rilasciato nel 2010 da Mike Krieger e Kevin Systrom. Tuttavia, ciò che pochi sanno è che l'app originale non si chiamava Instagram, né era necessaria per gli scopi che conosciamo e amiamo oggi. Kevin Systrom ha invece sviluppato il codice per un'app chiamata "Burbn". Come amante del whisky e in particolare del bourbon, voleva avere una piattaforma in cui fossero inseriti i migliori luoghi per gustare insieme queste bevande. Guarnito con alcune foto appropriate, i fan del whisky potrebbero così fare rete a livello locale. Systrom ha imparato da solo a programmare nel suo tempo libero e l'applicazione inizialmente non era altro che una piccola trovata. Ma dopo un po', sembrava che potesse diventare qualcosa di più. Systrom non era un esperto di business nato o, diciamo, un prodigio di codifica, però. Ha solo avuto una buona idea al momento giusto. In un bar ad un evento di networking, ha incontrato alcuni investitori che sono stati immediatamente entusiasti del suo prototipo di app. Ha lasciato il suo lavoro e nel giro di due settimane aveva raccolto circa 500.000 dollari in denaro iniziale per il suo progetto attraverso gli investitori. Immediatamente, Systrom ha usato questa opportunità per collaborare con il suo vecchio compagno di college - Mike Krieger. Gli aveva già parlato dell'idea di Burbn qualche anno prima. All'epoca, c'erano alcuni progetti di app fotografiche simili - dopo i successi di YouTube e Facebook, tutti erano alla ricerca della prossima grande cosa. Systrom e Krieger hanno preso la decisione giusta, concentrandosi non su espedienti ma sulla pubblicazione e condivisione di foto. Dopo tutto, i circa 100 utenti dell'app "Burbn" (quasi tutti amici e conoscenti di Systrom) hanno detto che ciò che gli piaceva di più era la condivisione delle foto. Il nuovo obiettivo del progetto includeva anche un nuovo nome: Instagram, un neologismo composto da "Instantcamera" e "Telegram". Nell'ottobre 2010, l'applicazione è stata resa disponibile al pubblico. Entro dicembre 2010, più di 1 milione di persone stavano usando l'applicazione. È nato Instagram.

La rapida ascesa di Instagram alla celebrità del settore

25 milioni di dollari - ecco quanto valeva Instagram dopo pochi mesi nel 2011. Non c'era fine al clamore. Twitter ha cercato di acquistare la piattaforma per circa 500 milioni di dollari. I fondatori hanno rifiutato e sono stati premiati: nell'aprile 2012, Facebook ha acquistato l'applicazione per 1 miliardo di dollari e allo stesso tempo ha garantito che la società Instagram sarebbe rimasta in vita. Il numero di 1 miliardo è ancora attuale: Perché nel 2020, questo è il numero di persone che usavano l'app. Di questi, 21 milioni solo in Germania. La metà degli utenti, cioè più di 500 milioni di persone, guardano o pubblicano storie ogni giorno. E visto che stiamo parlando di numeri: Il valore di Instagram è ora stimato in 100 miliardi di dollari.

Warriors e Systrom: cosa gli è successo?

Kevin Systrom e Mike Krieger, nel frattempo, non fanno più parte di Instagram. Beh, non fanno più parte dell'azienda, ma ovviamente sono ancora presenti con un account. A parte questo, sono rimasti in gran parte fuori dall'occhio pubblico. Ma dato che sono entrambi ancora piuttosto giovani - Systrom è nato nel 1983 e Krieger nel 1986 - possiamo aspettarci che un giorno o l'altro escano con un'idea da soli o anche insieme. Krieger, per esempio, ha sviluppato un'applicazione nel 2020 che ha aiutato a tracciare la diffusione del COVID. Infine, due citazioni che descrivono abbastanza bene quanto umili fossero gli inizi di Instagram. Kevin Systrom alla domanda se si descriverebbe come un successo (2011): "Un successo per me è stato quando i miei genitori hanno iniziato a usare l'app". Mike Krieger ha condiviso una storia dei primi mesi di Instagram in un'intervista: "Una volta mi sono svegliato e ho ricevuto un'email che diceva che il sito era giù, e ho pensato: chi se ne è occupato? Shane, te ne sei occupato? Kev, te ne sei occupato? No. E alla fine al terminale, si accede e si vede qual è stata l'ultima cosa che si è digitata. A quanto pare, alle 3:30 del mattino, completamente ubriaco, ero riuscito a resuscitare Instagram. Ecco quanto eravamo in difficoltà in quel momento".